Cerca

Blog Lista Nascita Design per Bambini

 

 

 

 

Il progetto Lista Nascita 

Prima di scrivervi di Lista Nascita, sarebbe più corretto raccontarvi del perchè è nato il progetto Lista Nascita!

L'idea è nata da più fattori:

Da un'esigenza personale vissuta in prima persona con la prima e la seconda gravidanza. Infatti alla prima esperienza, non si sa mai da che parte prendere, quali siano i prodotti giusti.. ti si apre un mondo tutto nuovo e non sempre capisci ciò di cui hai veramente bisogno. E poi, quando tutti ti chiedono cosa ti possono regalare , sul momento no sai che dire e alla fine succede che ricevi le solite cose, body e tutine in serie!  

Lista Nascita è nata dall'idea che ci fosse bisogno di un negozio online che offrisse prodotti particolari, di qualità, di design, fatti con materiali eco-logici e da produttori di nicchia ed eco-sostenibili, non i soliti prodotti dai colori e design limitato e in materiali plastici come si trovani nei grandi centro / negozi per neonati. 

Inoltre Lista Nascita vuole offrire la possibilità di creare comodamente da casa una lista regali online, digitale , che con un click permetta la condivisione con amici e partenti in modo da riecevere solo le cose che si vogliono e da facilitare la vita pure alle persone che devono fare il regalo sapendo già cosa devono prendere oltre al fatto di farlo comodamente da casa senza doversi spostare nei negozi fisici.

 

Quindi perchè scegliere Lista Nascita 

  • Selezioniamo, dopo un'attento studio, solo prodotti e marchi di qualità, dal design acattivante  
  • Diamo spazio al giovani designers provenienti da tutto il mondo con le loro creazioni artigianali, hand made, prodotte con materiali eco-sostenibili e di qualità
  • Siamo alla continua ricerca di prodotti per neoanti e bambini innovativi che possano aiutare e facilitare la gestione da parte dei genitori e lo sviluppo della crescita per il bambino 
  • Forniamo un servizio personale a chi ne ha bisogno, potete contattarci via chat tutti i giorni e vi assisteremo direttamente in tutte le vostre necessità e dubbi 

 

 -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Oggetto transizionale 

Il concetto di oggetto transizionale , introdotto dal psicoanalista inglese Donald Woods Winnicott, si riferisce alla comparsa, durante un particolare momento dello sviluppo infantile, di oggetti che assumono un significato molto importante per il neonato e bambino e di cui i genitori riconoscono intuitivamente l’effettiva importanza.

Donald  Winnicott scrive che è  ben noto che i bambini appena nati tendono ad usare  il pugno o il pollice  per stimolare la zona  orale  ma che poi ,passati alcuni mesi,   tendono ad usare oggetti speciali (tipo orsacchiotti, copertine ecc.)  e quindi ad attaccarsi ad essi fino ad arrivare a non poterne fare a meno. L’oggetto transizionale ha di solito un bellissimo potere calmante per il bambino che lo usa appunto per rilassarsi e riuscire ad addormentarsi.

L’oggetto transizionale  è dunque un oggetto che non fa più parte del  corpo del bambino  ma non è pienamente riconosciuto come realtà esterna e rappresenta il passaggio dalla dipendenza assoluta dalla madre alla dipendenza relativa da lei.

Il neonato  per  Winnicott  nasce in uno stato di estrema soggettività ed è totalmente immerso nella relazione di dipendenza evolutiva dalla madre. L’autore scrive che non esiste un bambino senza una madre (o un'altra figura) che si prende cura di lui per cui lo sviluppo infantile avviene nella diade madre-bambino.

 La comparsa dell’   oggetto transizionale è la  manifestazione osservabile di questo processo di sviluppo e testimonia perciò la comparsa di uno stato intermedio tra l’ incapacità del bambino di riconoscere ed accettare la realtà e la sua crescente capacità di farlo. 

Il bambino ben presto acquisisce diritti sull’oggetto transizionale: lo coccola in modo affettuoso ma nello stesso tempo lo ama in modo eccitato (talora mutilandolo)  e questo si riferisce agli stati di quiete ed eccitazione dell’infante in rapporto alla madre.

La mia esperienza da mamma con l'oggetto transizonale 

Quando ancora aveva pochi mesi, regalai a mia figlia una morbida copertina che al centro aveva una simpatica faccetta di un coniglio ... la tenevo sempre con lei, inconsapevole della teoria dell'oggetto transizionale.. e poi piano piano ho visto che ha inizato ad affezzionarsi a questa copertina a coccollarcisi dentro... a usarla per accarezzarsi il naso con le sue lunghe orecchie... non ne poteva più fare a mano. Infatti .. se capitava di uscire e dimenticarsi la copertina era una tragedia, la copertina con il coniglietto era diventata un vero e proprio oggetto transizionale , il cui attaccamento è durato fin verso i 2-3 anni , con l'ingresso alla scuola materna.

Si sa che ogni bambino si comporta in modo diverso, e sicuramente ci saranno bimbi che si attaccano ad un oggetto riuscendosi a calmare con questo e altri che non si affezionano a nulla se non alla madre.. ma il mio consiglio è sempre quello di provare a inserire un oggetto, una morbida copertina, un dou dou per cercare di vedere se il bimbo si lega a questa.. nel caso.. sarà un grosso aiuto per il genitore!